Macinanti Andrea

Andrea Macinanti nato a Bologna nel 1958, si è diplomato in Organo, Canto e Clavicembalo ai Conservatori di Bologna e Parma, perfezionandosi con Klemens Schnorr a Monaco di Baviera. Si è laureato cum laude alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna e ha conseguito un Dottorato in Musicologia all’Università di Ginevra con menzione très honorable. Oltre a svolgere attività concertistica internazionale, ha registrato per Tactus le opere complete per organo di Marco Enrico Bossi (16 CD), Ottorino Respighi e Goffredo Giarda, e per Elegia quelle di Guido Alberto Fano e Giovanni Tebaldini. Ha pubblicato uno studio sui Trois Chorals di César Franck (Carrara) e curato varie revisioni critiche tra le quali, con Francesco Tasini, i Fiori Musicali di G. Frescobaldi, l’opera integrale per tastiera di A. Scarlatti e di G.B. Martini (Ut Orpheus), l’antologia Organum italicum in cinque volumi e l’opera completa per organo di M.E. Bossi (Carrara). È docente di Organo al Conservatorio «G.B. Martini» di Bologna, membro dell’Accademia Filarmonica di Bologna, co-direttore editoriale della rivista «Arte Organaria & Organistica» e direttore artistico della rassegna «Organi antichi, un patrimonio da ascoltare». Alla musica unisce la pratica del Karate (cintura nera 4° DAN). Nel 2005 è stato insignito del titolo di Cavaliere dell’Ordine «Al Merito della Repubblica Italiana». 

Confronto (0)


«FABRICATO ALLA GUISA DEL CORPO HUMANO».  L’organo come metafora antropomorfa

«FABRICATO ALLA GUISA DEL CORPO HUMANO». L’organo come metafora antropomorfa

Andrea Macinanti «FABRICATO ALLA GUISA DEL CORPO HUMANO» L’organo come metafora antropomorfa Presentazioni di: - Ilic Colzani (Presidente A.I.O. - Associazione Italiana Organ..

37,00€

Vis. da 1 a 1 di 1 (1 Pagine)