Paganelli Roberta

Roberta Paganelli, nata e residente a Forlì, laureata in Materie Letterarie, dopo aver insegnato per molti anni, si è dedicata a una passione che nutriva da tempo, la ricerca, privilegiando la docu-mentazione inedita di noti cantanti romagnoli e di celebri compositori, qua-li Mascagni e Puccini.Ha pubblicato: La Magistratura dei Novanta Pacifici in Forlì (1989); Giusep-pe Paganelli, tenore, compositore, impresario (1998); Gea Della Garisenda, regina dell’operetta (1999); Angelo Masini, il tenore che conquistò la Russia, Studi Romagnoli LII (2001); Due lettere inedite del compositore Pietro Mascagni, “Musicaaa!” (settembre-dicembre 2002); Angelo Masini, il re dei tenori del secolo XIX (2004); Mazzini e la musica, “Il Pensiero Mazziniano” (n. 3, settembre-dicembre 2004); vari saggi sul soprano forlivese Maria Farneti: “La Piê” (marzo-aprile 2005), “Musica” (con Gianni Gori, ottobre 2005), “Rassegna Musicale Italiana” (N. 28-29/2005), “Rassegna Musicale Curci”  (n. 1, gennaio 2006); Carteggi romagnoli di Giacomo Puccini, “La Piê” (n. 1, gennaio-febbraio 2006, pp. 10-15); La società forlivese tra Otto e Novecento nel Diario di Luigi Boni, “La Piê” (settembre-ottobre 2006); Natalia Guiducci ed Orfeo Campri, cantanti lirici forlimpopolesi, “Forlimpopoli - Documenti e Studi”, XVII (dicembre 2006); Ricordo del tenore forlivese Carlo Zampighi, “La Piê” (gennaio-febbraio 2007); Una lettera inedita del direttore d’orchestra Angelo Mariani, “Musicaaa!”, n. 38 (maggio-agosto 2007); Beniamino Gigli in Romagna nel cinquantesimo anniversario della scomparsa, “La Piê”, n. 6 (novembre-dicembre 2007); Sei lettere inedite di Giacomo Puccini (“Musicaaa!”, n. 40/08, gennaio-aprile 2008); Ricordo di Puccini nel 150° anniversario della nascita (“Università Aperta”, rivista mensile, giugno 2008, n. 6). In via di pubblicazione: La vita teatrale bertinorese (dal sec. XVII al sec. XIX), “Romagna Arte e Storia”, n. 82, Rimini.

Confronto (0)


JUANITA CARACCIOLO. Una breve e fulgida stella tra Puccini e Mascagni

JUANITA CARACCIOLO. Una breve e fulgida stella tra Puccini e Mascagni

Juanita Caracciolo, nonostante sia stata definita da Rodolfo Celletti «probabilmente il soprano più rigorosamente e squisitamente lirico della sua epoca per voce, aspetto, gusto, i..

25,00€

Vis. da 1 a 1 di 1 (1 Pagine)