• Le opere di Antonio Smareglia
Paolo Petronio
Le opere di Antonio Smareglia

Antonio Smareglia. Un nome quasi ignoto. Chi era mai costui? E che posto occupa nella storia dell’opera italiana? È difficile trovare in tutta la storia della musica un compositore che ha avuto un destino così doloroso. Nato a Pola in Istria, suddito austro-ungarico, venne a studiare a Milano, come del resto fecero in tanti. Ma qui, pur facendosi benvolere dalla editrice Giovannina Lucca si schierò decisamente con i filowagneriani entrando in rotta completa con il potente editore Giulio Ricordi. La cessione di Casa Lucca a Ricordi lo costrinse alla fuga. Tornato in Austria grazie all’interessamento dell’arciduca comandante della base navale di Pola ottenne la rappresentazione della sua nuova opera Il vassallo di Szighet al Teatro dell’opera di Vienna, dove per il suo stile mitteleuropeo ottenne un grande successo, poi riconfermato dall’opera successiva in importanti sedi dell’impero e in Germania. Momenti di gloria autentica. Ma incapace di non intromettersi in beghe teatrali e politiche che non lo riguardavano direttamente riuscì a far crollare il successo ottenuto e a crearsi potenti nemici e a rimanere emarginato. Fu così illuso dal rampante giovane scrittore triestino Silvio Benco che gli fece musicare tre libretti di inverosimili storie fantastiche nel tentativo di creare un nuovo teatro e una nuova musica fedele agli ideali di Wagner che nell’utopia di Benco avrebbe dovuto “redimere” la musica italiana dai nuovi compositori della “Giovane scuola”, Puccini e Mascagni in testa. L’operazione non riuscì; e poiché Benco trascinò l’incopevole Smareglia nel mondo irredentista triestino, allo scoppio della prima guerra mondiale il compositore si comportò da leale suddito austriaco e fu così per vendetta calunniato come un portatore di scalogna, calunnia che ben presto si diffuse e attecchì profondamente. Dopo la guerra, perduta la pensione austriaca, nella nuova situazione Smareglia divenne un incompreso, visto dalla Mitteleuropa come un compositore piuttosto mediterraneo, e dall’Italia come un compositore troppo mitteleuropeo. Il musicista così non riuscì più a risollevarsi, negletto e abbandonato nonostante i suoi meriti che non sono pochi. Ma fondamentalmente Smareglia, anche per via di una musica che rimane poco aggiornata con i nuovi tempi, rimane il cantore della realtà musicale triestino-istriana. In sostanza lo si può considerare come uno dei “compositori nazionali” fioriti a fine Ottocento; solo che la sua musica è priva di una nazione, perchè le terre di cui è stato il cantore sono state ferocemente contese da opposti nazionalismi, dei quali in sostanza rimase vittima, diventando per la storia dell’opera italiana quasi un intruso.

INDICE SOMMARIO

Presentazione

Introduzione

La vita

Le opere liriche

Preziosa - Bianca da Cervia - Re Nala - Il vassallo di Sziget - Pittori fiamminghi (Cornill Schut) - Nozze istriane

Intermezzo

La falena - Oceana – Abisso

Le altre composizioni
La scuola musicale triestina - Considerazioni conclusive

Discografia

YouTube

Bibliografia

Indice dei nomi

 


M2018
Leggi un estratto
Autore: Petronio Paolo
Caratteristiche
Collana Personaggi della Musica
Dati tecnici pp. VIII+348 - f.to cm. 17x24 - Con numerosi esempi musicali
Tipo Cartaceo

Le opere di Antonio Smareglia

  • Autore: Petronio Paolo
  • Codice: 978-88-6540-189-7
  • Disponibilità: Disponibile
  • 29,00€



Fai una domanda

Prodotti Collegati

La religiosità in Puccini

La religiosità in Puccini

Oriano De Ranieri La religiosità in Puccini Nelle varie pubblicazioni dedicate a Giacomo Puccini, in passato scarsa è stata l’attenzione dedicata alla sua religiosità. I biogra..

19,00€

GIACOMO PUCCINI. Bello e... possibile

GIACOMO PUCCINI. Bello e... possibile

Vincenzo Ramón Bisogni GIACOMO PUCCINI. Bello e... possibile Come le tante sue creature teatrali, Puccini richiama irresistibilmente amore rendendo arduo il porsi criticamente ..

19,00€

NONNO, MI RACCONTI L'OPERA? Racconti, memorie e emozioni di una vita a Teatro

NONNO, MI RACCONTI L'OPERA? Racconti, memorie e emozioni di una vita a Teatro

Vieri Poggiali NONNO, MI RACCONTI L'OPERA? Racconti, memorie e emozioni di una vita a Teatro Questo libro contiene in ordine alfabetico alcune diecine di testi di iniziazione a..

25,00€

MUSICA n. 193 - Febbraio 2008

MUSICA n. 193 - Febbraio 2008

 

I due volti di Evgeni Mravinsky - Raffaello de Banfield - Il pianoforte di Dmitri Shostakovich - Kent Nagano Leggi un estratto Autore:..

10,00€