• Carlo Maria Giulini - Una demonica umiltà
“Ho smesso di dirigere quando non avevo più paura di dirigere”: così Carlo Maria Giulini giustificò il suo ritiro dal podio, ultraottantenne. In questo timore reverenziale per la musica, vissuta come un mistero, c’è l’anima di un uomo affascinato dalla natura e dal mare, e che visse la musica come un modo di sospendere la coscienza: ritornare alla contemplazione del creato. La meditazione, l’assimilare le partiture suonandole nella sua mente; la bellezza quale modo per comunicare un senso: ogni tratto del carattere fa di Giulini un uomo neo-rinascimentale. Nella sua idea della musica, ogni fine coincide con un nuovo inizio. “Non sono un direttore d’orchestra – diceva di sé – ma un musicista che fa musica insieme ad altri musicisti”. Eppure, la sua natura era scissa. Salito sul podio, sapeva di non potersi concedere nessun tentennamento. In quell’attimo, diventava Beethoven, Mozart e Brahms. Il suo sguardo acceso, di un’intensità febbrile, denunciava l’intima sofferenza di non raggiungere mai l’assoluto. Di dover ogni volta ricominciare da capo. Giulini il “demonico”, dunque: l’uomo per il quale ogni cosa aveva un’altra faccia, e la gioia era solo l’esito rasserenato della sofferenza. Giulini: l’uomo inaccessibile per troppa umanità. Macerato dal bisogno di comunicare e, al contempo, di star solo con la propria anima. In un’epoca come la nostra, quando la scissione tra pubblico e privato è diventata malattia, Carlo Maria Giulini, il “demonico”, diventa nostro testimone. Nostro compagno di viaggio. Contiene discografia consigliata
Leggi un estratto
Autore: Zignani Alessandro
Caratteristiche
Collana Grandi Direttori
Dati tecnici pp. 232 - formato cm. 15x21
Tipo Cartaceo

Carlo Maria Giulini - Una demonica umiltà

  • 20,00€



Fai una domanda

Prodotti Collegati

Leonard Bernstein. Un'anima divisa in due

Leonard Bernstein. Un'anima divisa in due

Viveva la dissociazione psichica come normalità. Compositore che dirige, direttore che compone. Autore di musica ebraica dall'intricato simbolismo cabalistico e di musical inneggia..

20,00€

Carlo Maria Giulini - Una demonica umiltà (PDF)

Carlo Maria Giulini - Una demonica umiltà (PDF)

“Ho smesso di dirigere quando non avevo più paura di dirigere”: così Carlo Maria Giulini giustificò il suo ritiro dal podio, ultraottantenne. In questo timore reverenziale per la m..

11,00€

MUSICA n. 078 - Febbraio-Marzo 1993

MUSICA n. 078 - Febbraio-Marzo 1993

 

Daniel Barenboim, intervista - Marie Claire Alain - Fricsay operistico - Teresa Berganza - Glenn Gould - Nikita Magaloff - Bartók pianista - Settecento bolognese - Giulini berlines..

10,00€

MUSICA n. 081 - Agosto-Settembre 1993

MUSICA n. 081 - Agosto-Settembre 1993

 

Brian Large: intervista - Philip Glass: intervista - Muti haydniano - Le nuove « Nozze » di Abbado - Kleiber in video - Abbado dirige Nono - Kissin & Giulini - James Levine verdian..

10,00€